top of page

Terra di Puglia: prodotti e tradizioni.

#Puglia autentica, rurale e genuina, si gusta anche a tavola. E’ un viaggio tra sapori e prelibate tradizioni, dove il passato sposa la contemporaneità e si conservano intatte.

L’enogastronomia pugliese è un’esplosione di sapori d’eccellenza e il segreto sta negli ingredienti, genuini e a km 0, come l’ottimo olio extravergine d’oliva e i vini pregiati.

La Puglia è una regione che non delude mai, nemmeno gli amanti della buona cucina che difficilmente dimenticano le gustose pietanze e i sapori degli eccellenti prodotti pugliesi. Certamente la tradizione agricola ha avuto un enorme peso nell’economia locale e nello sviluppo, e ha fatto anche sì che sedersi a tavola in Puglia è sempre una festa.


Tutti i territori dal Gargano alla Daunia, le Murge, Bari e la sua costa, la Valle d’Itria, fino a tutto il Salento si distinguono per ricchezza di tradizioni diversificate, che comprendono anche la gastronomia e gli antichi sapori. Ciò che però li accomuna è la capacità di unire ingredienti semplici, ma soprattutto sani e genuini, tipici della cucina povera e tradizionalmente contadina, sia a base di pesce che di carne, esaltata da freschi aromi. Nota per la sua genuinità e per la sua ricchezza di prodotti provenienti da una terra generosa, e dai suoi mari l’Adriatico e lo Ionio, il motto è “mangiare con gusto e restare in forma.

La particolarità sta nel rapporto tra benessere e cibo, qualità e giusto sapore, attenta alla famosissima “dieta mediterranea” che la rende unica e apprezzata nel mondo. Ogni stagione è caratterizzata da una ricetta, a partire dalle amatissime orecchiette con le cime di rapa, o condite con il ragù di carne di cavallo e la “tiella di riso, patate e cozze”. La generosa campagna, curata dalle mani instancabili e sapienti dei contadini, offre una grande varietà di ortaggi e verdure come le rape, i cavoli, i peperoni, i pomodori, le melanzane, i carciofi, i legumi, le fave, i fagioli e i fagiolini. La pasta, come del resto accade in tutte le regioni del centro sud italiano, è la regina della tavola pugliese.

In ogni angolo di Puglia è impossibile non incontrare casalinghe impegnate nella preparazione di cavatelli, strascinati e orecchiette.

Tra i prodotti speciali la regione è conosciuta per il pane, in particolare quelli di Altamura, le friselle di grano duro, i taralli dolci o salati, oltre alla focaccia barese e ai panzerotti fritti, le pettole, e tantissime altre prelibatezze che altrove, seppur oggetto di tentativi di riproduzione, non avranno mai lo stesso sapore.

Ci sono i formaggi e i diversi prodotti caseari, dai sapori forti e decisi, freschi o stagionati come il cacioricotta, la ricotta, la mozzarella, la stracciatella o la burrata, ai quali è impossibile resistere. La Puglia vanta anche la ricchezza dei suoi mari con il pesce fresco e i frutti di mare che non possono mai mancare sulle tavole dei pugliesi. Avete mai assaporato l’aroma intenso dell’olio extravergine d’oliva su una fetta di pane? Magari accompagnato dai vini per inebriarvi? Ce ne sono tanti tra rossi decisi, bianchi raffinati e freschi rosati.

La Puglia autentica è tutto questo e altro ancora.” Chi non conosce poi l’olio extra vergine pugliese e i vini, ricchezza assoluta grazie al sole, alla terra fertile e al lavoro di contadini, che permettono una notevole produzione ogni anno. E poi i dolci della tradizione, veri e propri manicaretti come le Zeppole di San Giuseppe, i Boconotti, gli Sporcamussi, il Pasticciotto leccese, i mustaccioli, i taralli al vincotto o glassati, le marmellate tra cui la "cotognata", e le immancabili “cartellate” arricchite da miele e vincotto, e spolverate di cannella e zucchero. La Puglia autentica è tutto questo e altro ancora.”

Una curiosità! Ricordatevi sempre che i pugliesi sono molto scaramantici, pertanto, se vi cade del sale sulla tavola bisognerà che lo lanciate tre volte dietro le spalle, pena l’arrivo di eventi infausti. Inoltre, il sale non va mai passato tra due persone, va appoggiato sul tavolo e solo in quel momento, l’altra persona potrà prenderlo. Mentre se cade l’olio non c’è nessun rimedio contro la sfortuna.

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page