top of page

"Terlizzi" millenaria, per tutti “città dei fiori”


Terlizzi è un grazioso borgo situato su un rilievo del primo gradino murgiano, della provincia di Bari.

E’ noto come “città dei fiori” in virtù della florida attività florovivaistica che lo colloca tra i più importanti centri floricoli d'Italia. Il suo centro storico è tra i meglio conservati di Puglia e ha tanto da raccontare delle sue origini millenarie e della sua gente fortemente legata alla propria terra e tradizioni. Il borgo antico dalle eleganti e storiche architetture testimonia le diverse dominazioni che si sono succedute nel tempo.

Piazze, archi, torri e palazzi nobili con stemmi araldici, in ottimo stato conservativo, si ergono tra piccole vie lastricate in pietra che, disposte a raggiera, convergono verso la Cattedrale di San Michele Arcangelo, edificata in stile neoclassico tra il 1783 e il 1872 sulle fondamenta del Duomo romanico del XIII secolo. Al suo interno custodisce importanti tele del pittore Michele De Napoli ed il Santuario della Madonna di Sovereto. Intorno al centro storico gira lo “stradone” sorto nell’800, là dove insisteva l’antico fossato, al fine di far transitare il maestoso Carro Trionfale per la processione della Madonna di Sovereto.


Di grande rilevanza storica è il Complesso Monastico delle Clarisse il cui Chiostro si erge maestoso in Piazza Cavour.


Non passa inosservata l’imponente Torre Normanna simbolo della città, possente e ultima testimonianza dell'antico Castello Normanno, dall'alto dei suoi 31 metri domina tutto lo scenario circostante. Sormontata da un'elegante edicola campanaria, mostra sulla facciata orientale il maestoso orologio che con un diametro di 3.45 metri trova pochi eguali in tutta Europa.

Tra i palazzi signorili colpiscono i visitatori Palazzo De Gemmis, edificato su progetto dell'architetto Luigi Vanvitelli, Palazzo Marinelli in corso Dante Alighieri e Palazzo Valdura-Schettini in largo Plebiscito. In Piazza IV Novembre si affaccia l’elegante teatro comunale annesso al Palazzo di Città edificato nel XIX sec., dedicato al sopranista terlizzese del ‘700 Vito Giuseppe Millico. L’intero complesso è oggi in fase di restauro.

A Terlizzi è presente la A Terlizzi è presente la Pinacoteca “Michele de Napoli”, casa natale dello stesso artista donata alla città unitamente ad una ricca collezione di dipinti e disegni. Terlizzi è circondata da splendidi paesaggi naturali, che offrono molte opportunità per escursioni e attività all'aria aperta. Per gli amanti dei cammini è presente la via Francigena.

Nel suggestivo borgo di Sovereto è possibile visitare il Santuario dove è ubicata la piccola grotta. Secondo la tradizione popolare rappresenta il luogo del rinvenimento dell’immagine sacra ai terlizzesi. Attraverso una pesante grata in ferro realizzata nell’Ottocento, si accede scendendo ripidi e stretti gradini scavati nella roccia ad uno spazio angusto, di fronte al quale si apre una piccola nicchia con una riproduzione dell'immagine rinvenuta in quel luogo dal pastorello.

Si articola in diversi momenti il ciclo dei festeggiamenti in onore della Vergine di Sovereto, in aprile nelle date del 16 e 23 con il ritorno dell’Icona a Sovereto (da agosto ad aprile venerata presso la Concattedrale di Terlizzi) e ad agosto, la prima domenica, con il rientro a Terlizzi e la grande processione sul Carro Trionfale, una macchina da festa alta 22 metri che porta in trionfo la Madonna di Sovereto e San Michele Arcangelo, Patroni della città. Il 1868 è un anno importante per la storia artistica del Carro Trionfale, che assume il suo definitivo assetto sia nella struttura portante che nelle componenti architettoniche e decorative, tramandate fino ai nostri giorni. Rientrato a Terlizzi Michele De Napoli, grande maestro di pittura affermato in campo nazionale, divenuto sindaco della città, affida l’appalto per la costruzione del Carro al pittore e scenografo Raffaele Affaitati.

Nella campagna appena fuori città, sull’Appia Traiana, è possibile ammirare i Menhir, grandi pietre calcaree formate da un unico blocco conficcato perpendicolarmente nel terreno, che testimoniano la storia del territorio risalente a 5000 anni fa. Si trovano a sud di Terlizzi, a circa due chilometri da Sovereto, lungo un tratto del confine tra il comune di Terlizzi e quello di Bitonto in successione e quasi allineati. “E’ una cittadina vivace e laboriosa – così riferisce Daniela Zappatore, Assessore alle Politiche di Coesione Sociale e Cultura di Terlizzi - che ha tanto da offrire dal punto di vista socio-culturale. Negli ultimi anni è cresciuta molto grazie alla frizzante attività delle associazioni presenti sul territorio e per l’impronta di promozione turistico culturale fortemente voluta dall’Amministrazione. La straordinaria creatività attuale si sviluppa in differenti ambiti come la floricoltura, ceramica, enogastronomia, musica, danza, ecologia, tradizioni popolari, festività tradizionali e religiose. La cultura ha certamente un compito fondamentale all'interno delle nostre collettività, custodire storie e identità e raccontare tradizioni lontane per promuovere nuove forme di incontro tra generazioni che si avvicendano. Terlizzi, grazie anche all’imprenditorialità giovanile, sta vivendo una fase di sviluppo davvero importante. Sta nascendo un connubio perfetto tra piccole attività commerciali ed artigianali e mondo culturale, attraverso la promozione di eventi nel borgo antico che richiamano l’attenzione di un pubblico sempre più variegato e non solo locale. Terlizzi ha al suo attivo due festival meravigliosi che richiamano turisti da fuori: il “Sovereto Festival” che si tiene nella stagione estiva ed il “Millico Festival” organizzato nei mesi invernali. Gli eventi estivi, da luglio a settembre, vedono un’offerta variegata e di alto livello, dalla presentazione di libri, concerti, teatro e opera lirica. Ora ci stiamo preparando – conclude così la Zappatore - a vivere il Natale, che è un periodo magico dell’anno. Spazio ai sogni con le luci, i mercatini, i concerti e le diverse mostre di presepi, tra cui quelle con le pregevoli statue in terracotta prodotte nei laboratori artigianali di Terlizzi."

Evelina Giordano Giornalista/Pubblicista

Blog “Ovunque Puglia”www.ovunquepuglia.com


Articolo pubblicato da "Ovunque Puglia", di Evelina Giordano, su il Quotidiano “L’Edicola del Sud” – di Puglia e Basilicata, in data lunedì 27 novembre 2023, nella sezione LA PUGLIA TUTTA PER TE.





43 visualizzazioni0 commenti
bottom of page