top of page

Città di Altamura

Affermare che la Puglia riesce sempre a sorprendere, che è uno scrigno colmo di bellezze naturali, tradizioni, cultura e, soprattutto, di una millenaria storia da raccontare attraverso ogni suo angolo, non è una esagerazione. Basta girarla, scegliendo ogni giorno una nuova destinazione, verso nord o sud, non si resterà mai delusi.

A circa 40 Km da Bari, con una lunga storia e una forte identità, sorge #Altamura, annoverata tra i più bei Borghi Autentici dell’entroterra. Nota per il suo patrimonio archeologico e per le bellezze architettoniche, è meta molto frequentata da visitatori e turisti. I famosi ritrovamenti fossili dell'#uomodiAltamura, nella dolina del “Pulo”, sono testimonianza della presenza umana in questo territorio già 40.000 anni a.C. Intorno al 500 a.C., invece, risalgono le #muramegalitiche, da cui deriva il nome della cittadina “Alte-Mura”.

Da sempre, e per secoli, luogo di grande interesse e dominazioni, la rinascita del Paese incomincio’ con l’arrivo di Federico II, a cui si deve il merito della costruzione al centro del borgo antico della #CattedralediAltamura.

Dedicata all’Assunta, è una delle quattro basiliche imperiali di Puglia, in stile romanico. Gran parte della chiesa originaria crollò durante il terremoto del 1316 e venne ricostruita durante il regno di Roberto D'Angiò. Di grande pregio, è l'organo monumentale, le cui 29 canne, per potenza e ricchezza di sfumature, riescono a sostituire i suoni di una intera orchestra. Nel borgo, allo stesso periodo storico, sono attribuiti i "claustri" di cui se ne contano più di 80, tra cui #ClaustroGiudecca e #ClaustroCionno. Il termine claustro vuol dire luogo chiuso e, infatti circondate da viuzze strette, un tempo garantivano il vivere in comunità della gente, ma anche la difesa da parte di assalitori. Nella parte storica della città si accede dall’arco di #PortaBari, facente parte dell’antica cinta muraria, dove si incontrano palazzi storici come Baldassarre, Martini, Cagnazzi, Filo, Sabini, Melodia, testimonianza delle famiglie nobili e più ricche di Altamura. Presso Porta Matera vi è la chiesa di San Francesco da Paola con l'annesso monastero di Santa Maria del Soccorso, oggi utilizzato come asilo. L’elegante convento di San Domenico è sede dell’#ArchivioBibliotecaMuseoCivico, che vanta una un importante archivio fotografico e di disegni architettonici dell'800 e del '900, oltre a pergamene e manoscritti storici. Di altrettanto interesse storico è il #MuseoEtnograficodellaciviltàcontadina di Altamura, dove sono esposti oggetti tradizionali della antica vita lavorativa e sociale del paese. D’obbligo è la visita al #MuseoNazionaleArcheologicodiAltamura.

Ufficialmente inaugurato nel 1993, data del ritrovamento dello scheletro dell’Uomo di Altamura, in realtà l’apertura del museo risale al 1960, quando sopraggiunse la necessità di riunificare tutto il materiale delle numerose scoperte archeologiche del territorio dell'Alta Murgia, dalla preistoria al medioevo. Di grande valore spirituale per i cittadini di Altamura, è il #SantuariodellaMadonnadelBuonCammino, situato sulla strada che una volta conduceva a Bari. Risalente al 1747, venne fatto costruire dal canonico Giambattista Nicolai, come simbolo di protezione per i viandanti che percorrevano le strade solitarie e insidiose della Murgia. Il florido territorio di Altamura ha da sempre favorito l’agricoltura, prima fonte di economia, in particolare per la coltivazione dei cereali, e l'industria di trasformazione del grano, con la produzione di diversi tipi di semole e farine. Il prodotto tipico di Altamura, famoso in tutto il mondo, è il celeberrimo #PanediAltamura, che ha ricevuto nel 2003 la denominazione di origine protetta. Dal colore giallo e dalla crosta croccante, questo particolare pane di semola viene cotto nei tipici forni a legna nella città vecchia. Evento principale della città è la Festa della Madonna del Buoncammino, propiziatrice del buon raccolto, la domenica successiva al 15 agosto. Nel mese di giugno si svolge invece il Festival dei Claustri. Come tutti i borghi della Puglia, anche nel territorio di Altamura risiedono suggestive ed antiche “Masserie” o Agriturismi”, tutte strutture di invidiabile bellezza e ricche di storia, dove poter fare una vacanza all’insegna della storia, della cultura e del buon cibo.


11 visualizzazioni0 commenti
bottom of page